Estremamente Limone: un lavoro che sa di avventura

In un mazzo variegato di giornate più o meno promettenti capita, a volte, di pescarne una jolly. Una giornata jolly è qualcosa che non ti aspetti, che non puoi prevedere e che, anche se non sai ancora esattamente come imposterai il tuo gioco, sei perfettamente consapevole che potrà soltanto migliorare.

Una delle mie ultime giornate jolly è sicuramente stata pescata ad agosto, prima del classico periodo di ferie aziendali quando, mentre allegramente raggiungevo la sala mensa, ricevetti l’invito a prendere parte a un progetto di comunicazione davvero eccezionale: avrei partecipato alla Limone Skyrunning Extreme come ambassador Dynafit.

Forse per molti del settore, un’occasione del genere rappresenta semplicemente un altro usuale – seppur divertente – appuntamento di lavoro. Nel mio caso di freelance ibrida, perché impegnata a tempo pieno in un’altra professione, e di appassionata (o forse malata) di corsa in montagna, partecipare a questa esperienza sarebbe stato un piccolo salto nel paese dei balocchi. Nuovi sentieri da scoprire, materiali da testare e da raccontare per la prima volta in veste di ambassador di un marchio di riferimento nel settore mountain-running! Decisamente qualcosa in più di un semplice appuntamento di lavoro.

Ok, ma quando si deve spiegare alla mamma che si va a fare l’ambassador, bisogna trovare parole meno internazionali e più dense di significato. Nello specifico, il mio compito sarebbe stato quello di provare il materiale del marchio indicato non soltanto durante la gara, ma anche durante la fase di preparazione, supportata da una guida d’eccezione: Alba de Silvestro.

La mia avventura, condivisa con Andrea Farace, è stata accompagnata da altri tutor ed ambassador. Con Luca Cagnati, Stefano Mich e Giorgio Pulcini per la Skyrace. Per la Vertical in notturna Simone Eydallin tutor di Maria Elisabetta Lastri e Laura Palluello.

Durante la fase di avvicinamento alla gara, ci siamo ritrovati a Limone sul Garda con qualche settimana di anticipo sull’evento, per incontrare tutti gli ambassador e gli atleti pro e per diventare davvero portavoce e promotori di questa esperienza di corsa e dei prodotti selezionati a noi affidati, attraverso delle riprese video. C’erano tutti gli ingredienti per un’esperienza indimenticabile.

Nasce così l’incontro con Matteo e Dario, fondatori di Your Big Stories, che ci seguono per due giorni lungo le creste del percorso della Skyrace – tappa finale delle MIGU Skyrunning World Series – su per la ripida e incessante ascesa della Vertical e lungo i passaggi della gara di 10K. E’ la prima volta che partecipo a delle riprese, ma mi sento a mio agio con i ragazzi di YBS, tanto active quanto professionali.

La passione per il mondo outdoor è una base comune che crea in fretta affinità ed empatia nel gruppo e lavorare con chi non si spaventano a muoversi in montagna, permette di realizzare contenuti realistici, capaci di dare pieno risalto all’ambiente di gara e al territorio di Limone sul Garda oltre che una cornice credibile per i prodotti Dynafit.

Questi contributi completano e valorizzano tutti i contenuti condivisi da me e dagli altri ambassador che, seppur con un sapore decisamente più homemade, hanno permesso di raccontare e far conoscere l’esperienza di Limone al pubblico dei runners, sempre affamato di nuove storie e occasioni di corsa.

Un mix che delinea un modo di comunicare informale, partecipato, divertente e appassionante, proprio perché condiviso e conosciuto.

Sara Taiocchi

Vertical: Il mio Battesimo.

3 settembre 2017. Uno dei giorni migliori di tutto l’anno che ha segnato il mio battesimo sul terreno delle vertical, ha decretato la mia abitudine ad arrivare in cima in tempi biblici, e ha visto la mia testardaggine nel continuare questo viaggio non esattamente a mia misura.

Ma quel giorno, magico, io mi sono sentita importante. Qualcuno, un’importante azienda di cui adoro i capi, Dynafit, avrebbe parlato anche di me. Un’illustre sconosciuta senza segni particolari, se non quello di scrivere sul blog Vertige.it e avere un sogno. Mettersi in gioco e provare a salire sul percorso della Limone Extreme Vertical.

Arrivo a Limone verso le 16, nel viaggio conosco Matteo e alcuni degli altri ambassador, c’è subito intesa, e voglia di divertirsi e fare bene.
Nemmeno il tempo di realizzare cosa sto per fare, appoggio la valigia in albergo e si parte per fare le riprese.
Agitazione ed emozione. Il progetto, organizzato da Dynafit in collaborazione con l’organizzazione della Limone Extreme Skyrace e Vertical, prevede che 6 Ambassador suddivisi nelle 3 discipline vengano seguiti e preparati da 3 atleti professionisti per poter partecipare alla gara. Sembra che piova, poi il cielo si apre in un tramonto meraviglioso. Proviamo il percorso. È impegnativo, ma con panorami mozzafiato.

So che in gara non vedrò nulla, per cui me li godo oggi. Matteo, Dario e Luca preparano il materiale, sono affascinata dalla tecnologia in generale, quella fotografica soprattutto. Passa il tempo, non mi rendo conto, il gruppo è affiatato e ci divertiamo, la fatica non si sente… Le risate sono tante e le parole anche (le mie soprattutto, per la gioia dei presenti)!!

Credo siano state le ore più serene di questo pazzo anno. Un’esperienza unica. Una giornata speciale. Il tramonto ci saluta, sul lago di Garda. Una magica luce ci accompagna nella discesa, e il buio ci accoglie sul limitare del bosco. Ancora qualche ripresa con la luce frontale, e poi giù. Cena e serata insieme. Il team Dynafit, il team Your Big Stories, gli Atleti, e noi Ambassador.

A volte quel che rimane di un’esperienza importante non sono i risultati, o i prodotti materiali, o qualcosa di concreto. A volte rimane tutto ciò che è intangibile, e si chiamano emozioni, e si chiamano rapporti umani.

Laura Palluello.